Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Supermercato via Emo al Saval, Segala: "Iter concluso sul quale non possiamo intervenire"

“Si tratta di un progetto approvato dalla precedente amministrazione, con tutti i requisiti per essere realizzato e sul quale non è possibile intervenire.

Il fatto che di recente sia tornato all’attenzione del Consiglio di Circoscrizione, è dovuto al solo cambio di progettista, nulla a che vedere con modifiche sostanziali dell’intervento che, salvo qualche miglioria estetica, rimane invariato”.
 Così l’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala in risposta alle polemiche di alcuni esponenti del Partito democratico sul progetto del nuovo supermercato che sorgerà in via Emo al Saval, nell’area denominata ‘ex quarta torre’.
 Con lei, in conferenza, i presidenti della 3ª Circoscrizione Nicolò Zavarise e della commissione urbanistica Matteo De Marzi.
 “Il progetto originario prevedeva una superficie edificabile di 1.200 metri quadrati, passati a poco più di 1.260 per attuazione del Piano casa – spiega l’assessore -: una variazione che non incide sull’ampiezza dell’edifico ma riguarda la realizzazione di alcune tettoie a copertura di rampe di scale e spazi per il carico-scarico. L’iter amministrativo si è concluso il 6 Marzo 2017 con l’approvazione del provvedimento da parte della giunta Tosi – ricorda l’assessore -. Stiamo valutando la sostenibilità di molti nuovi insediamenti commerciali su cui il Comune è chiamato a pronunciarsi, ma vogliamo decidere in un’ottica di sviluppo urbano complessivo. Diversamente, su progetti già approvati e con diritti acquisiti, non possiamo intervenire.
 Al fine di evitare allarmismi tra i cittadini ed evitare polemiche inutili – ha concluso Segala – sto programmando una serie di incontri in ciascuna Circoscrizione per un esame urbanistico quartiere per quartiere”.

 “La speculazione politica non porta da nessuna parte, se poi si basa su informazioni scorrette e false risulta dannosa per i cittadini – commenta il presidente Zavarise -. Non solo il consiglio di Circoscrizione non si è mai espresso sul progetto in questione, ma ha invece votato un documento che, in linea con l’operato dell’attuale amministrazione, ribadisce la contrarietà alla diffusione di spazi commerciali distribuiti senza criteri urbanistici”.

 “Il progetto prevede la realizzazione di un’area verde e di un parcheggio che contribuiranno a riqualificare la zona – aggiunge De Marzi -; il mercato rionale sarà invece spostato tra via Emo e via Franchetti, con spazi più gestibili e adeguati alle esigenze dei commercianti”.

Pubblicità