Veronaoggi.it

Pubblicità

WCF, Sboarina: "Nessun attacco alla 194"

Pin It

Federico Sboarina: “L’oggetto del convegno non è mai stato di mettere in discussione la legge 194, così come le altre conquiste sociali di questo paese.

Da Verona non parte questo messaggio e nemmeno quello che le leggi non vadano rispettate, altrettanto rispetto la nostra città lo porta alle scelte personali dei cittadini. Condivido le parole di Zaia quando ha detto che 'l’omofobia è una patologia'. Uomini e donne devono essere liberi di scegliere la propria vita e di esprimere le proprie opinioni. Ma proprio tutti devono poterlo fare, anche i convegnisti del WCF che sono stati coperti da fake news gratuite, intimidazioni e strumentalizzazioni.

 In questi stessi giorni a Verona anche il circolo Pink ha utilizzato sale comunali per esprimere la propria idea, per loro nessuno ha avviato lo screditamento mediatico. Ma, si sa, questo è il metodo tipico della sinistra che vuota le urne ma riempie i giornali. Dal Wcf arriva la difesa di un principio inconfutabile, e cioè che la nostra civiltà esiste perché un uomo e una donna mettono al mondo dei figli. A questo nucleo va dato sostegno quando è in difficoltà, affinché nessuno si debba privare della gioia più grande del mondo: l'arrivo di una nuova vita. Sostenere questo non significa essere omofobi, significa solo tutelare la cellula fondamentale della nostra comunità come garantito dalla Costituzione”.

Pubblicità
Pubblicità

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti