Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Monteforte d’Alpone: attivato sportello per genitori e insegnanti

A Monteforte d’Alpone è stato attivato lo “Sportello di ascolto alla famiglia”. Il nuovo servizio fa parte di un

progetto più ampio intitolato “Una comunità solidale per la prevenzione e il contrasto del disagio e della marginalità sociale”.

 Il progetto, elaborato dall’Assessorato e dalla Commissione ai Servizi Sociali per partecipare ad un bando della Fondazione Cariverona, prevede degli interventi di carattere sociale finalizzati a dare un supporto alle famiglie. Dopo essere stato presentato alla Fondazione, questa lo ha accolto elargendo un finanziamento di 15 mila euro; il Comune, invece, ha partecipato con un contributo di 6 mila euro. Il progetto prevede tre azioni: il potenziamento del servizio già esistente “Spazio Mamma e Bambino”; la stipula di un accordo tra il Comune di Monteforte e le Caritas diocesane di Verona e Vicenza per far fronte agli sfratti giudiziari di famiglie con minori; e l’attivazione di uno sportello per la famiglia.

 Lo sportello, che è gestito da sei psicologhe, è un servizio di primo ascolto rivolto alle famiglie e ai docenti che serve a dare un supporto all’educazione culturale e scolastica dei figli. <<Molto spesso le famiglie -spiega Adriana Valenti, vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali di Monteforte- si trovano impreparate di fronte alle scelte educative, quindi hanno bisogno di essere aiutate per capire le esigenze e i comportamenti dei loro figli. Alle difficoltà incontrate dai genitori nel rapporto con i figli si aggiunge spesso un non facile rapporto tra scuola e famiglia. Un sereno ed equilibrato percorso potrebbe creare armonia tra le figure più significative per i ragazzi: lo sportello, infatti, oltre ai genitori è rivolto anche ai docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo di Monteforte.>>

 Per fissare un appuntamento si può contattare lo sportello da Lunedì a Venerdì dalle 9 alle 1254. Gli incontri, che sono completamente gratuiti, si svolgono Martedì e Venerdì dalle 11 alle 13 presso un’aula della scuola secondaria di primo grado “Giacomo Zanella” di Monteforte.

 Per completare il servizio dello sportello sono state organizzate quattro serate a tema aperte a tutti, che saranno gestite sempre dalle psicologhe. Si partirà il 23 Febbraio con “Il bullismo non è uno scherzo”; si proseguirà il 23 Marzo con delle riflessioni su “Regole e sregolatezze”; poi il 27 Aprile sarà la volta di “Genitori Oggi” per parlare delle nuove problematiche della famiglia; l’ultimo appuntamento, che riguarderà l’integrazione culturale, si intitolerà “I nuovi italiani”. Gli incontri si svolgeranno alle 20 presso l’aula Zambon della scuola secondaria di primo grado di Monteforte.

Pubblicità