Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Bovolone: chiusa la primaria di Villafontana, studenti nei locali della Parrocchia

Una decisione drastica ma purtroppo necessaria quella di chiudere la sede della primaria di Villafontana; garantendo però l’anno scolastico 2017/18 spostando i 107 alunni in Parrocchia.

municipio350Dalle verifiche strutturali effettuate infatti l’edificio scolastico è risultato non adeguato agli standard e l’Amministrazione di Bovolone, supportata da quella di Oppeano con 43 piccoli studenti iscritti a Villafontana.

 “Non possiamo mettere a rischio la vita dei bambini e del personale scolastico, la scuola risale al 1926 e sono stati eseguiti interventi nel tempo, ma a quanto pare non sufficienti”, ha spiegato il Sindaco Emilietto Mirandola; “Alla luce anche dei recenti fatti di cronaca e vista l’imprevedibilità dei terremoti si è deciso di spostare aule e insegnanti in Parrocchia”.

 Dopo la riunione di Giovedì 31 Agosto tra le tre Amministrazioni di Oppeano, Bovolone e Isola della Scala, dirigente scolastico Francesco Rossignoli dell’Istituto comprensivo “Franco Cappa”, presidente del Consiglio d’istituto e rappresentante comitato genitori, oltreché Parroco Don Silvio Zonin, si è deciso di partire in questi giorni col trasloco nella sede parrocchiale, l’imbiancatura e la pulizia approfondita dei bagni.

 “Una decisione presa a seguito di due importanti risultati: l’autorizzazione all’utilizzo dell’edificio da parte della Curia e la disponibilità dell’’Istituto Comprensivo di Bovolone”, ha commentato il Sindaco Pierluigi Giaretta; “A seguire le Amministrazione approveranno la convenzione con la Parrocchia di Villafontana, per la durata presumibile di 5 anni”.

 Le spese vengono suddivise tra Amministrazioni. Cercando di limitare i disagi, i bambini riprenderanno quindi regolarmente la scuola il 13 settembre p.v. in ambienti a loro adatti: le aule parrocchiali sono già predisposte ad accogliere i bambini visto che nel 2015 avevano ospitato la sezione staccata delle medie; verrà anche utilizzato l’edificio vicino, ora magazzino, che verrà unito alle altre aule con collegamento ad hoc.

Pubblicità