Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Sboarina: auguri di fine anno

"Il 2017 è stato pieno di soddisfazioni".

auguriAnno550

“Ai cittadini auguro di sentirsi davvero orgogliosi di essere veronesi, contribuendo, con passione e partecipazione, alla crescita della nostra città. Personalmente, il 2017 è stato davvero un anno incredibile, dopo la carica di Sindaco, mi regala anche la straordinaria gioia di diventare papà. E non posso dimenticare il ritorno dell’Hellas in serie A. Difficile che il prossimo anno possa andare meglio, ma noi ce la metteremo tutta. In questi primi sei mesi di mandato posso dire con soddisfazione di aver avviato tutti i punti caratterizzanti del nostro programma, che significa scelte coraggiose e importanti”.
 Così il Sindaco Federico Sboarina al tradizionale brindisi natalizio con la stampa, occasione anche per un bilancio dei primi sei mesi di Amministrazione e di qualche anticipazione su progetti in itinere.

 Questione centri commerciali. “Da gennaio valuteremo nel dettaglio la sostenibilità di molti nuovi i insediamenti commerciali su cui il Comune è chiamato a pronunciarsi, ma vogliamo decidere in un’ottica di sviluppo urbano complessivo. Intanto, abbiamo già avviato l’iter amministrativo per la revisione di altri 6, per fare in modo che non diventino attrattori più di disagi che di benefici ai quartieri in cui dovrebbero essere insediati”.
 Rapporti Internazionali. “A breve sarà aperto un canale di relazione con la Cina – afferma il Sindaco -, che, proprio su proposta del presidente cinese , richiede un gemellaggio con Verona, per noi grande occasione di promozione culturale, turistica ed economica”.
 Arsenale. “Non era scontato arrivare, in così breve tempo, ad una sintesi sul futuro dell’ex Arsenale. Dopo la revoca di pubblica utilità del project financig, è partita la fase di concertazione e confronto con la città. Più di 60 i progetti e le proposte arrivate, che dimostrano l’interesse dei cittadini verso un luogo che, anche loro, vorrebbero vivo, con spazi per i giovani, iniziative polivalenti e innovative. I lavori, di fatto, sono già partiti; si procederà a lotti, senza però mai fermarsi. Il recupero dell’Arsenale è una priorità, le risorse si trovano”.
 Fondazione Arena. “Il rilancio della Fondazione Arena sta per partire, grazie anche alla nuova disponibilità delle categorie economiche cittadine che, evidentemente, credono nella bontà di un progetto che ha come unico obiettivo la crescita e lo sviluppo della Fondazione stessa. Nei prossimi mesi lavoreremo per attrarre ulteriori investitori, anche privati, per garantire all’ente la solidità necessaria per una crescita a beneficio di tutto il territorio”.
 Famiglia. “Che la famiglia sia al centro delle nostre politiche si è capito sin dall’inizio. Verona sarà il primo comune capoluogo ad adottare il Fattore famiglia quale strumento per agevolare ulteriormente le famiglie numerose o svantaggiate”.
 Strade. “Entro i prossimi cinque anni tutta la rete viaria cittadina sarà sistemata e riqualificata. Solo per il 2018 è stato messo a bilancio 1 milione 600 mila euro per i lavori sulle strade di tutto il Comune”.
 Sicurezza. “E’ una questione sempre aperta, ma ci stiamo impegnando molto. Ne è prova il forte e efficace coordinamento fra le Forze di Polizia con la Prefettura, che finora non è mai stato così costante”.
 Cultura. “Lavoriamo perché Verona diventi capitale della cultura, con progetti che ne esprimano la straordinaria vocazione culturale. In quest’ottica si inserisce la Direzione Museale unica, che ci permetterà di valorizzare tutti i nostri siti”.
 Turismo. “La nuova formula dei mercatini di Natale ha raggiunto l’obiettivo di promuovere insieme cultura e turismo, ancora prima di quanto previsto. Una proposta culturale di alto livello, con iniziative parallele in luoghi diversi dal centro storico, col risultato anche di una piazza Bra più libera e più bella”.

 “Siamo coerenti col nostro programma elettorale e continueremo ad esserlo, perché la coerenza paga, e significa soprattutto non prendere in giro gli elettori – conclude il Sindaco -. Siamo una squadra di amministratori solida – anche in vista delle prossime elezioni- per la quale i rapporti umani vengono prima di quelli politici. Continueremo a lavorare senza sosta per la nostra città, solo così i risultati arrivano”.

Pubblicità