Veronaoggi.it

Pubblicità

Con l'arte si ricordano i 40 anni della chiusura dei manicomi

Pin It

Dipinti e sculture, ma anche fotografie e vecchie cartelle cliniche, laboratori e teatro, per ricordare i 40 anni dalla Legge Basaglia che ha portato alla chiusura dei manicomi, anche a Verona.

Verrà inaugurata Venerdì 2 Novembre, alle ore 17, in sala Birolli, la mostra “Oltre la malattia mentale: vivere la cittadinanza”. L’esposizione sarà accompagnata da laboratori e spettacoli che puntano a testimoniare l’importanza di un percorso che ha ridato dignità al malato mentale.

 Le opere rimarranno esposte dal 2 al 7 Novembre, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

 L’evento è organizzato dall’associazione Self Help, con la collaborazione della 1a Circoscrizione del Comune di Verona.

 La mostra prevede diverse sezioni. Da un lato quadri, disegni e sculture di artisti veronesi e del gruppo Arte dell’associazione Self Help, che da 25 anni si occupa di dare supporto a persone con fragilità; dall’altra, foto raccolte da associazioni scaligere e vecchie cartelle cliniche dell’ospedale psichiatrico veronese San Giacomo di Tomba.

 Numerosi saranno anche gli eventi correlati alla mostra, che si terranno in sala Birolli. Sabato 3 novembre alle 16.30 andrà in scena lo spettacolo teatrale del gruppo di Self Help “La Pel D’Oca”; domenica 4 novembre, alle 16, il pubblico potrà partecipare al laboratorio artistico “RitrovARTI”; lunedì 5, alle 15.30, altro laboratorio, questa volta di acquerello con l’artista Marilena Garofalo; Martedì 6, alle 14, attività di gruppo “colori, creatività, relazioni”. Infine, Mercoledì 7 Novembre, alle 17, si terrà la tavola rotonda sul tema “Utopia Possibile”, riflessione su come liberare chi soffre di disturbi psichici dall’etichetta di malato mentale. Parteciperanno il docente di psichiatria Lorenzo Burti e il fondatore e direttore di Self Help Paolo Vanzini.

 Tutti gli eventi sono ad ingresso libero e gratuito.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità