“Dimmi chi sono”, il film di Luca Caserta premiato dalla Città di Verona

Verona, premiato il corto del regista veronese, che tratta il tema della violenza sulle donne.

Premiato il 20 maggio a Palazzo Barbieri il giovane e talentoso regista veronese, applaudito in tutto il mondo, Luca Caserta a cui è stato conferito dal sindaco Federico Sboarina Riconoscimento della Città di Verona per la realizzazione del cortometraggio ‘Dimmi chi sei’ che affronta il delicato tema della violenza sulle donne. Presenti Presenti anche il presidente della Commissione consiliare Cultura Mauro Bonato, che ha proposto il premio, e il consigliere comunale Roberto Simeoni.

Caserta ha sempre nutrito un forte interesse verso le tematiche sociali. Ciò deriva dall’esigenza di parlare di argomenti su cui diventa necessario riflettere e portare l’attenzione: “Ho realizzato anche film di genere – spiega il regista -, cercando sempre di utilizzare il genere come pretesto e metafora, per esplorare argomenti di natura sociale o psicanalitica. Nel caso di ‘Dimmi chi sono’ mi interessava indagare temi quali la violenza sulle donne, la perdita della memoria e la ricerca della propria identità: volevo in particolare che la protagonista fosse una senza tetto, un individuo ‘invisibile’ ai più, per esplorare nel sottotesto il concetto che le persone (e la realtà in generale) spesso possono essere diverse da come ci appaiono di primo acchito. Desideravo indagare ciò che si nasconde dietro a quello che vediamo degli altri o che noi stessi mostriamo agli altri”. 

Luca Caserta ha scritto la sceneggiatura insieme a Elisa Bertato protagonista del film, ispirandosi liberamente a un fatto di cronaca: “Ho deciso di ambientare il cortometraggio nelle periferie di Verona, che diventano così anche metafora dello stato di abbandono in cui versa il personaggio. Nei miei film l’utilizzo di tali tematiche e l’approccio stilisticamente forte nasce dal fatto che credo sia talvolta necessario ‘colpire’ lo spettatore per suscitare in lui una reazione emotiva e una riflessione su argomenti delicati e importanti”.

E’ un orgoglio avere nel mondo così tante eccellenze che fanno parlare di Verona – ha detto il sindaco Sboarinae Luca Caserta ne è sicuramente una. Il riconoscimento di oggi ha una duplice valenza. Innanzitutto rendere merito al grande lavoro fatto su una tematica tanto complessa e delicata come la violenza sulle donne, di cui probabilmente conosciamo solo la punta dell’iceberg. Aver permesso con questo cortometraggio che il mondo ne parlasse, è senz’altro un grande esempio di impegno civico”. 

A pergamena consegnata, lo stesso Luca Caserta ha voluto ringraziare Verona. “Siamo partiti da qui e, dopo aver fatto il giro del mondo, torniamo nella nostra città – ha detto il regista -. Ricevere un premio fa sempre piacere, ma ci rende ancor più orgogliosi che le tematiche trattate abbiano suscitato l’attenzione del pianeta intero e che i riflettori siano stati puntati su queste problematiche, che, a maggior ragione in alcuni Paesi, sono ancora troppo presenti”.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Note sull'autore