Vaccini, appello agli ultra 60enni: “Prenotatevi subito”. E arriva l’app

Covid e vaccini, il governatore Zaia fa il punto della situazione.

“Abbiamo aperto nuove agende vaccinali per chi ha più di 60 anni. Da oggi al 19 maggio ci sono 72mila posti a disposizione. Prenotatevi. Da domani abbiamo l’ambizione di fare 40mila vaccinazioni al giorno”. Lo ha detto il presidente della giunta regionale del Veneto Luca Zaia, nel corso del punto stampa nella sede della Protezione civile di Marghera.

Dopo quello dei direttore generale dell’Ulss 9 Pietro Girardi, anche Zaia ha rivolto un appello ai cittadini del Veneto, quindi: “Vi chiedo di prenotarvi, ora posti ce ne sono. Contiamo se abbiamo vaccini di fare presto anche con le vaccinazioni degli ultrasessantenni. E non escludo di aprire con i 50enni a metà maggio, per questo per evitare sovrapposizioni chiedo a chi ha più di 60 anni di prenotarsi in questi giorni, prima del 10 maggio se possibile”.

Ma ci sono ancora 111mila ultrasettantenni, della classe 70-79, che non hanno ricevuto la prima dose. Ma c’è un’altra novità: entro qualche giorno “avremo l’applicazione per i telefonini – assicura lo stesso Zaia – e quindi prenotarsi diventerà ancora più facile. Sarà un’app che servirà anche per altre cose oltre che per i vaccini. Pensiamo di implementare Zerocoda”.

Sul caso Report, che ha fatto insorgere le opposizioni di palazzo Ferro Fini, che hanno chiesto allo stesso Zaia di intervenire in aula, il presidente ha detto che “in consiglio ci vado, ci vado con i dirigenti che possono parlare di temi tecnici. Ci andremo martedì. Ma questi temi li ho spiegati in consiglio”.

Il bollettino coronavirus in Veneto.

Nelle ultime 24 ore, in Veneto, si sono registrati 963 nuovi casi di positività al coronavirus. Sono stati 37.238 tamponi effettuati, per un’incidenza alla positività del 2,59%. Attualmente i veneti positivi in isolamento sono 22.521. I pazienti attualmente ricoverati in Veneto a causa del coronavirus sono 1.508, 38 in meno rispetto a ieri. In area non critica sono ricoverati 1.301 pazienti, 27 in meno rispetto a ieri, in terapia intensiva i pazienti sono 207 pazienti, 11 in meno rispetto a ieri.

Note sull'autore