Anche al Catullo arriva il “bollino blu”: servizi dedicati a chi è affetto da autismo

Verona, anche il Catullo è ‘Autism Friendly’ e vola nei cieli ‘Welcome Blu’.

Siglato il patto solidale tra il Comune di Verona e l’aeroporto Valerio Catullo di Villafranca. Dal 29 marzo la ‘Welcome Blu family’ si è allargata, e tra le società e le attività economiche veronesi che si sono impegnate ad offrire servizi dedicati a soggetti affetti da autismo e ai loro familiari, si è unito anche il Catullo, i cui accessi ora sono contrassegnati dal ‘bollino blu’, simbolo dell’iniziativa, che riporta la scritta ‘Verona Autism Friendly’. 

Un impegno sostenuto già da diversi anni dall’Aeroporto veronese che, prima dell’avvio del progetto pilota ‘Welcome Blue’ sottoscritto lo scorso anno, ha iniziato a rivedere alcuni dei suo servizi, proprio per garantire una migliore accoglienza per questa tipologia di clientela, che necessita di personale qualificato e preparato e di spazi e tempi di attesa, che favoriscano la permanenza di chi è affetto da disturbi dello spettro autistico.

La consegna dei bollini blu si è svolta in Municipio con l’assessore al Commercio Nicolò Zavarise e il consigliere comunale proponente il progetto ‘Welcome Blue’, Laura Bocchi. Presenti Pierluigi Saiu Post Holder Terminal Aeroporto Catullo e Giovanni Marcolini del coordinamento ‘Autismi Verona’, la rete di associazioni che si occupa di autismo a livello provinciale.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Note sull'autore