Bimbo abbandonato: il Comune pronto ad accoglierlo nelle sue strutture

I Servizi sociali del Comune sono pronti ad accogliere il bambino di 4 mesi abbandonato nelle notte fra Mercoledì e Giovedì alle Golosine e ora ricoverato all’ospedale di Borgo Trento.

Adesso è l’Autorità giudiziaria titolare della decisione, fra le opzioni l’affidamento ai Servizi sociali del Comune oppure l’avvio del percorso di adozione. Nel primo caso, il Comune inserirà il neonato in una comunità di tipo familiare, dove vengono accolti bambini con meno di otto anni in piccolissimi gruppi. Mentre sono in corso le indagini da parte degli inquirenti per risalire all’identità del neonato e dei genitori, è tutto pronto per l’eventuale accoglienza del bimbo quando verrà dimesso dall’ospedale della Donna e del Bambino, dato che le sue condizioni di salute sono state giudicate buone.

 Nei casi di grave ed emergenziale difficoltà di gestione di un minore, sono molti i servizi comunali a cui le mamme possono rivolgersi con la garanzia del totale anonimato. Infatti, come pubblica autorità in tema di minori in difficoltà (ai sensi dell’art 403 del Codice civile), il Comune prende in carico il bambino e provvede alla sua protezione.

 Inoltre, va ricordato che la legge prevede anche la possibilità del parto in anonimato, per le donne che partoriscono in ospedale o in strutture adeguate ma non vogliono o non possono tenere il figlio. Sarà poi l’Autorità giudiziaria a stabilire il percorso di accoglienza per il piccolo

(Visited 1 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Be the first to comment on "Bimbo abbandonato: il Comune pronto ad accoglierlo nelle sue strutture"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*