Piscine Lido: aggiudicata la progettazione del primo parco acquatico pubblico d'Italia

Aggiudicata la progettazione delle nuove piscine Lido, pronte a diventare il primo parco acquatico pubblico d’Italia.

piscineLidoParcoNuovo400Uno spazio per famiglie e bambini, completamente privo di barriere architettoniche. Aperto non solo d’estate con due vasche, una per il nuoto e l’altra con giochi e scivoli, ma anche nei mesi invernali grazie ad una nuova area fitness e wellness. Dopo Ferragosto sarà pronto il progetto definitivo con tutti i dettagli.

 Un progetto ambizioso per il quale il Comune ha stanziato 3 milioni di euro. L’area, con 6 mila metri quadri di verde, sarà dotata di due nuove piscine attrezzate per il relax e il divertimento, soprattutto dei più piccoli, con scivoli d’acqua e giochi. L’attività sportiva e agonistica sarà invece di competenza dell’attiguo Centro Federale Castagnetti. Tutto verrà rifatto, dal bar agli spogliatoi. Anche gli impianti idraulici, che saranno separati da quelli dell’attuale Centro Fin, garantendo così al parco acquatico piena autonomia.

 Nell’arco di un mese verrà elaborato il progetto definitivo, con la ridefinizione di spazi, percorsi e funzioni. Dopo Ferragosto si conosceranno i dettagli della nuova Lido, che verranno sottoposti alla Soprintendenza, l’area, infatti, è vincolata in quanto sotto le mura magistrali. Nel frattempo l’amministrazione sta predisponendo il bando per l’affidamento dei lavori e la gestione dell’impianto. Seguirà la progettazione esecutiva e con il 2021 partiranno anche i cantieri. L’obiettivo è di accelerare i tempi e consegnare il parco acquatico già per la prossima stagione estiva. Gli ultimi lavori di riqualificazione delle piscine Lido risalgono agli anni 1996-1997, più di 20 anni fa.

Pin It

Veronaoggi.it sui social          

twitter1

Facebook

YouTube

© 2020 Veronaoggi.it. All Rights Reserved. Testata giornalistica WebItalyNews / Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini / Direttore editoriale Marco Camilli / Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005 / P.IVA 01000080075