Artigianato delle Alpi

Blocco euro 4 rinviato al 10 Gennaio

Fino al 10 Gennaio i veicoli diesel euro 4 possono continuare a circolare liberamente su tutto il territorio comunale.

La proroga segue la decisione di fine Agosto 2020 del tavolo del Bacino Padano che, alla luce del contesto pandemico, aveva rinviato a Dicembre 2020 il blocco dei diesel euro 4 per le regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte, che invece avrebbe dovuto verificarsi dal 1° Ottobre 2020 al 31 Marzo 2021. Adesso, le stesse Regioni hanno spostato al 10 Gennaio lo slittamento del blocco e quindi il sindaco ha firmato il 31 Dicembre l'ordinanza che allunga di altri dieci giorni la possibilità di circolare.

 Le Regioni e il ministro dell'Ambiente dovranno ora decidere quale provvedimento prendere dal 10 Gennaio al 31 Marzo. L’obiettivo dell’Amministrazione è di prolungare ulteriormente la deroga, rendendola efficace tutto l’inverno. In questo senso aveva già lavorato l'assessore all'Ambiente Ilaria Segala nei mesi scorsi con i colleghi del Veneto, arrivando alla decisione della deroga formalizzata dal Bacino Padano a fine Agosto. La motivazione sostenuta dal Comune di Verona è stata la necessità di non incidere sui bilanci familiari in considerazione dell’emergenza economica causata dal Covid e per garantire il distanziamento sociale.

 Il fermo di questi veicoli era previsto come automatismo fra i provvedimenti per la lotta allo smog. Per Verona, riguarderebbe 14.109 automobili in città e 69.233 in tutta la provincia.

 “E’ impensabile, nella situazione in cui ci troviamo, bloccare a Verona 14 mila auto- commenta il sindaco Federico Sboarina -.Se la deroga adottata a fine Agosto non verrà prorogata, molti veronesi si troveranno in serie difficoltà a gestire i propri spostamenti, tenuto conto che i mezzi pubblici hanno ancora capienza ridotta e deve essere sempre garantito il distanziamento sociale”.

Pin It

Veronaoggi.it sui social          

twitter1

Facebook

YouTube

© 2020 Veronaoggi.it. All Rights Reserved. Testata giornalistica WebItalyNews / Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini / Direttore editoriale Marco Camilli / Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005 / P.IVA 01000080075