Piazze dei Sapori: in piazza Bra i prodotti tipici d'Italia

Prodotti tipici, turismo di prossimità e distanziamento. Queste le tre parole d’ordine che apriranno le porte della diciottesima edizione delle Piazze dei Sapori.

piazzeSapri2020 350L’evento, che si terrà a Verona dal 10 al 13 Settembre, quest’anno torna in piazza Bra dove è garantito lo spazio per ospitare 50 aziende provenienti da tutta Italia. Ognuna con le proprie eccellenze enogastronomiche. Ospite d’eccezione sarà l’Ungheria con il suo dolce ‘da camino’.

 Una tre giorni ricca di sapori, soprattutto del territorio scaligero. In piazza sarà presente uno stand di Confesercenti per l’assaggio dei vini veronesi, grazie alla collaborazione del Consorzio Garda Doc e Custoza. Ogni calice sarà accompagnato dalle bruschette con l’olio dei Frantoi Redoro e dalla brochure dedicata ai ristoranti tipici di Verona. E ancora musica dal vivo, artisti di strada, balcone per le foto e mascotte di Gardaland, Parco Natura Viva e Funivia Malcesine Monte Baldo per i selfie con i bimbi. Così come aree tematiche dedicate a Coldiretti e al Parco Naturale della Lessinia con tante aziende agricole. Tutti gli espositori riceveranno un kit con mascherina personalizzata, gel igienizzante e grembiule della manifestazione. L’inaugurazione ufficiale sarà giovedì 10 Settembre, alle ore 17.30, sul Liston. Gli stand saranno aperti tutti i giorni dalle 10 alle 23. Anche quest’anno sarà premiato il ‘Guardiano del Gusto’ il cui nome è ancora top secret.

 Programma, informazioni e regole anti Covid sono disponibili sul sito lepiazzedeisapori.com.

 L’evento, realizzato da Confesercenti, è patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, dall’Ente Nazionale del Turismo Italiano ENIT, dalla Regione Veneto, Provincia e Comune di Verona con il contributo della Camera di Commercio di Verona.

Pin It

Veronaoggi.it sui social          

twitter1

Facebook

YouTube

© 2020 Veronaoggi.it. All Rights Reserved. Testata giornalistica WebItalyNews / Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini / Direttore editoriale Marco Camilli / Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005 / P.IVA 01000080075