Artigianato delle Alpi

Commissione temporanea coronavirus: esaminati piano trasporti pubblici e nuove criticità

Ripartono i lavori, già dai primi giorni dell’anno, della commissione consiliare temporanea sull’Emergenza Coronavirus, convocata dal presidente del Consiglio Ciro Maschio.

Cuore della discussione politica, che ha visto il confronto con il sindaco Federico Sboarina e il Prefetto Donato Cafagna, lo stato della situazione pandemica sul territorio veronese e, in particolare, il piano trasporti pubblici redatto per garantire la sostenibilità della mobilità cittadina in vista della riapertura in presenza delle scuole superiori.

 “L’obiettivo è mantenere alta l’attenzione politico-amministrativa sull’emergenza Coronavirus – sottolinea il presidente Maschio –. Quindi, l’attività di questa commissione temporanea continuerà fino al termine della pandemia e dei problemi ad essa collegati. Preoccupa il ritardo sul piano nazionale della distribuzione dei vaccini. Non è una competenza direttamente collegata al Comune, ma ci attiveremo per approntare tutto quanto è possibile per migliorare questa situazione e facilitarne la distribuzione sul territorio. Sotto osservazione da parte della commissione il piano trasporti improntato per la ripartenza in presenza delle scuole superiori. Aziende e uffici locali sono pronti a gestire questa nuova fase.
 Il monitoraggio costante delle scelte prese dal Governo e dalla Regione sul fronte di scuola, vaccini e limitazioni è l’unica via che ci consente di elaborare tutti gli interventi necessari a sostenere la collettività sia dal punto di vista sociale che economico. Dobbiamo fare chiarezza sulle disposizioni governative, per offrire alla cittadinanza una pronta informazione su cosa è possibile o meno fare. Non c’è tempo da perdere e dobbiamo dare tutti il massimo delle nostre possibilità. Il tema delle risorse economiche è indubbiamente fra le priorità. Da parte dello Stato serve una visione chiara, in grado di far pervenire a livello locale tutti i contributi necessari per un’adeguata ripartenza dell’ampio ed importante tessuto economico veronese. Presto riprenderanno i confronti con tutte le categorie economiche e sociali cittadine, per comprenderne appieno lo stato di difficoltà e gli interventi necessari alla loro ripartenza”.


 “Il piano per il trasporto pubblico è pronto anche se non è più un’emergenza – precisa il sindaco Federico Sboarina –. Infatti, è stata prorogata al 1° Febbraio la riapertura in presenza delle scuole superiori. Ogni giorno sono richieste nuove valutazioni e scelte per elaborare il percorso di azione più idoneo in risposta ad uno stato di crisi sanitaria che perdura dai primi mesi del 2020. La situazione pandemica non sta migliorando. Il livello dei contagi resta stazionario, ma sempre su livelli alti. Ad oggi non abbiamo ancora un’indicazione ufficiale sulle prossime chiusure che verranno attivate dal 6 gennaio in poi.
 Durante le vacanze natalizie sono stati disposti tutti i controlli sul territorio comunale, sia per verificare il rispetto delle limitazioni sull’attività di vendita degli esercizi commerciali che il rispetto dei divieti di spostamento all’interno del Comune e in entrata ed uscita. Verifiche che hanno riscontrato un comportamento complessivamente responsabile, attuato sia da parte dei commercianti che dei cittadini.
 Sul fronte dei vaccini, in collaborazione con il direttore Generale dell'Ulss 20 Pietro Giradi, stiamo valutando un piano di supporto logistico che ne faciliti, il più possibile, una rapida ed ampia distribuzione”.

 “E’ quanto mai importante – spiega il Prefetto Donato Cafagna – favorire tutti i momenti di confronto, per condividere le problematiche e le criticità che ci troviamo ad affrontare in questa fase della pandemia. Gli argomenti portati oggi all’attenzione della commissione sono quelli che, ogni giorno, ci vedono, dall’inizio della crisi sanitaria, impegnati nel tentativo di arginare il più possibile la diffusione del virus e mettere in sicurezza la cittadinanza e la vita di relazione della comunità. Un’attività finalizzata soprattutto a realizzare un controllo costante del territorio, coordinato settimanalmente attraverso il Comitato per la sicurezza pubblica. Il primo obiettivo è quello di rendere immediatamente eseguibili tutte le misure disposte dai Dpcm. Per farlo è necessario applicare un adeguato monitoraggio del territorio e di tutte le attività imprenditoriali e commerciali in esso presenti.
 Nell’ultimo periodo siamo stati soprattutto impegnati nella stesura di un adeguato piano dei trasporti pubblici per il riavvio in presenza delle scuole superiori.
 Atv ha lavorato ininterrottamente, anche durante il periodo di Natale, per mettere in piedi una soluzione in grado di garantire un servizio adeguato in concomitanza con la ripartenza delle scuole in presenza, inizialmente previsto per il 7 Gennaio ed ora rinviato al 1° Febbraio”.

Pin It

Veronaoggi.it sui social          

twitter1

Facebook

YouTube

© 2020 Veronaoggi.it. All Rights Reserved. Testata giornalistica WebItalyNews / Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini / Direttore editoriale Marco Camilli / Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005 / P.IVA 01000080075