Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Primo questionario on line per Veronamarathon

Fotografare il maggior numero di atleti che partecipano agli eventi sportivi veronesi, tratteggiarne profilo, provenienza

questoniarioVeronamarathon550

e caratteristiche della permanenza in città per studiare una proposta culturale e turistica ad hoc.
A tale scopo, per la prima volta, il Comune, attraverso l’Ufficio Statistica, ha predisposto e inviato un questionario on line ai 9.400 atleti che hanno partecipato alla Veronamarathon del 19 Novembre scorso. Circa 1330 le risposte arrivate, per il 14% dei partecipanti, che hanno fornito indicazioni utili alla valutazione dell’impatto del turismo sportivo in città.

L’indagine sarà riproposta, con le stesse modalità, ai partecipanti dell’ 11ª Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon, in programma il prossimo 18 Febbraio.

Ad analizzare i dati sulla prima ‘costumer experience’ realizzata dal Comune, gli assessori allo Sport e alla Cultura e Turismo, insieme al vice presidente di Veronamarathon Matteo Bortolaso e al responsabile eventi Stefano Stanzial.
I risultati dell’indagine, visibili sul portale del Comune, riguardano non solo il profilo degli atleti (sesso, età, tipo di gara effettuata, titolo di studio), ma anche le modalità di arrivo a Verona (accompagnati o meno, con quale mezzo), la durata della permanenza, il tipo di alloggio prescelto, le conoscenze sulla città.
I partecipanti alla AGSM Veronamarathon del 19 nNovembre 2017 sono stati 9.400, di cui il 68.3% maschi, il 31.7% femmine (età media 44 anni); l’86.7% provenienti dall’Italia, il 13.3% dall’estero; il 19.1% dal Veneto, il 22.1% dal Trentino Alto Adige, il 16.1% dalla Lombardia; l’età media è di 45 anni per i maschi e 42 per le femmine; rispetto alla tipologia di maratona, le donne si iscrivono prevalentemente alla Last 10 km (sia competitiva che non competitiva).
Dal questionario emerge poi che circa l’80% arriva accompagnato dal partner e dai famigliari; la metà dei partecipanti si ferma un solo giorno, il 35% dorme a Verona una notte, scegliendo strutture alberghiere (52%) ed extra (48%) di tre o quattro stelle. Il 70% arriva a Verona con la propria auto, per poi spostarsi prevalentemente a piedi (47%). Il 48%, al termine dell’evento sportivo, visita Verona, il 45% per cento pensa di tornarci.

“I numeri confermano una continua crescita del turismo sportivo cittadino – afferma l’assessore allo Sport -, merito di eventi come Veronamarathon e l’imminente Giulietta&Romeo Half Marathon, che attirano sempre più stranieri, ma anche dell’accoglienza che Verona è in grado di offrire”.
“Uno strumento innovativo, che riteniamo possa essere di grande aiuto per gestire al meglio un flusso turistico in continuo aumento – ha detto l’assessore alla Cultura-. Non si tratta solo di far crescere il numero di turisti e cittadini che vengono in città, ma migliorarne e prolungarne la permanenza con iniziative e proposte mirate”.

Pubblicità