Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Lavori Consiglio comunale Verona del 12 Marzo

Il Consiglio comunale ha approvato, con 21 voti favorevoli e 10 contrari, il bilancio di previsione per gli esercizi 2018 – 2019 – 2020.

Palazzo Barbieri1PAccolti 70 emendamenti su 782 presentati (414 dichiarati inammissibili) all’esame del Consiglio. Trasformati in Ordine del Giorno ed accolti 28 emendamenti: 13 presentati dal Pd, 11 da Sinistra in Comune, 3 da Ama Verona e Lista Tosi, 1 dal Movimento 5 selle.

 Fra gli emendamenti accolti, si rilevano: i documenti a firma del capogruppo Sinistra in Comune Michele Bertucco che prevedono la destinazione di 15 mila euro ad un fondo per combattere il disagio giovanile; di 15 mila euro ad un fondo per il miglioramento della qualità dell’aria; di 20 mila euro per attività di controllo e adempimenti di legge sulle cave.
 Accolti anche gli emendamenti dei consiglieri del Movimento 5 stelle, Marta Vanzetto, che prevedono la destinazione di 100 mila euro per rifacimento di servizi igienici sanitari alle scuole primarie e secondarie di primo grado; l’incremento di 20 mila euro per il sostegno didattico di studenti dislessici e disgrafici nella scuola primaria e secondaria; Alessandro Gennari, che prevedono la destinazione di 100 mila euro per il fondo nuovo povertà; di 35 mila euro al sociale per il progetto ABC – Community Manager. Accolti l’emendamento a firma del capogruppo Verona civica Tommaso Ferrari, che prevede la destinazione di 10 mila euro per la valorizzazione delle biblioteche di quartiere; l’emendamento a firma congiunta dei consiglieri Verona civica Ferrari e Gruppo misto Anna Leso, che prevede la destinazione di 10 mila euro per incentivare la fruizione turistica di aree esterne al centro storico. Del gruppo consiliare Gruppo misto accolto anche l’emendamento per la destinazione di ulteriori 50 mila euro al capitolo “Progetto accoglienza a favore di neo maggiorenni e giovani adulti in stato di grave disagio”; e l’emendamento a firma congiunta Gruppo misto e Pd, che destina 50 mila euro come maggiore contributo alle scuole dell’infanzia e nidi paritari.
 Della Lega nord, a firma della consigliera Laura Bocchi, accolto l’emendamento che incrementa di 10 mila euro i fondi a disposizione di progetti per la sicurezza e la salute pubblica legata al comparto animali e gestione fauna selvatica in città.
 Del gruppo consiliare Ama Verona, accolto l’emendamento che incrementa di mille euro le risorse a disposizione della attività della 6^ Circoscrizione. Del gruppo consiliare Pd, firmataria la capogruppo Carla Padovani, accolto l’emendamento che impegna ulteriori 3 mila euro per progetti della Garante dei detenuti.

 Il bilancio 2018 pareggia nel corrente esercizio a 558.763.551 euro. La spesa presenta per l’anno in corso un totale di circa 309 milioni, registrando rispetto al 2017 una crescita delle risorse della spesa corrente pari a 6 milioni di euro, reperiti all’interno dell’Ente senza nuovi aggravi nelle tassazioni comunali, con Irpef invariata allo 0,8 per cento, soglia di esenzione a 10 mila euro.
 Più risorse a cultura e turismo, per circa 1 milione 800 mila euro, e personale dipendente, con nuovo accantonamento di circa 1 milione 300 mila euro per il rinnovo contrattuale previsto entro il 2018.
 Il bilancio provvisionale 2018 – 2020 presenta entrate tributarie pari a circa 205 milioni 230 mila euro, di cui 62 milioni da IMU, 26 milioni 500 mila da TASI, 44 milioni 777 mila da TARI (con totale copertura servizio), 3 milioni da imposta di soggiorno e 3 milioni 700 mila euro da pubblicità ed affissioni; entrate per trasferimenti statali, regionali e da altri Enti pubblici, pari a circa 35 milioni 950 mila euro; extratributarie, per 79 milioni 668 mila euro.

Pubblicità