Veronaoggi.it

Pubblicità

San Giovanni Lupatoto: contrasto alla ludopatia

Pin It

Un’ordinanza per disciplinare gli orari di utilizzo degli apparecchi da gioco

Slot machinesIl Sindaco di San Giovanni Lupatoto, Attilio Gastaldello, ha emesso un'ordinanza  mediante cui vengono fissati gli orari di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro, tra le ore 10.00 e le 13.00 e le ore 17.00 e le 22.00 di tutti i giorni, festivi compresi.
Il provvedimento conclude un percorso di contrasto alla ludopatia approdato in Consiglio comunale per l’approvazione del Regolamento che disciplina le sale da gioco nel territori del Comune.

Il provvedimento del Sindaco è stato preceduto da una specifica azione informativa rivolta agli esercizi interessati, anche attraverso un apposito vademecum.
“Tali orari recepiscono anche il provvedimento nr. 8 approvato il 29/11/2016 dalla Conferenza dei Sindaci dell’ex ULSS 20 che impegna i primi cittadini ad adottare misure coordinate per la limitazione degli orari di funzionamento degli apparecchi per il gioco al fine di evitare il nomadismo dei giocatori da un Comune all’altro - spiega l’assessore delegato a sociale e famiglia Maurizio Simonato -; Con questa Ordinanza prosegue la lotta della nostra Amministrazione comunale contro la ludopatia, che è “malattia sociale”, da configurarsi come una dipendenza vera e propria in grado di compromettere la salute e la condizione sociale del singolo individuo e della sua famiglia”.

Il contrasto al gioco d’azzardo patologico è infatti contenuto nel programma dell’Amministrazione comunale e l’approvazione del Regolamento e degli orari segna una svolta, permettendo, secondo la Legge Regionale nr. 30 del 30/12/2016, di posizionare le nuove sale da gioco esclusivamente nelle aree produttive, in attesa dell’adeguamento degli strumenti urbanistici, che consentiranno di indicare specificatamente le distanze da luoghi sensibili (come ad esempio: istituti scolastici, centri giovanili, oratori parrocchiali, biblioteca comunale, impianti sportivi e luoghi di culto). Lo stesso accadrà per i subentri o cambi societari delle esistenti.

Tra le prescrizioni agli esercizi, vi è il divieto di accesso ai minori di anni 18, il divieto di pubblicizzare all’esterno vincite, l’obbligo di esporre materiale informativo che evidenzi i rischi del gioco e l’obbligo di permettere l’accesso a operatori sociali e sanitari al fine di offrire sostegno ai giocatori.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità