Veronaoggi.it

Pubblicità

Oppeano: Consiglio comunale conferma aliquote delle tasse IMU, TASI e Addizionale comunale IRPEF

Pin It

Il rispetto del principio dell’equità fiscale è alla base dell’oculatezza delle spese

Nel corrente anno 2019 il Comune ha mantenuto un occhio di riguardo per la tassazione, prevedendo di non apportare alcun aumento alle aliquote IMU, TASI e all’Addizionale comunale IRPEF.

 E’ quanto ha approvato il Consiglio comunale di Oppeano nella seduta del 18 Dicembre 2018 scorso.

 “L’Amministrazione comunale ha cercato di mantenere invariate le tariffe come in passato, evitando aumenti per i cittadini. Va comunque detto che l’applicazione delle tariffe e delle aliquote comunali sui servizi è di difficile gestione, perché dagli introiti appunto dipendono i molti e importanti servizi offerti dal Comune, ad esempio il trasporto, la mensa scolastica, il nido... – spiegano il Sindaco Pierluigi Giaretta e l’Assessore delegato a Bilancio e Tributi Mara Corsini ;- Pertanto, visti anche gli imponenti tagli ai finanziamenti statali negli ultimi anni, l’Amministrazione ha cercato di applicare le tariffe con criterio e con un occhio di attenzione alla cittadinanza”.

 Nella stessa seduta il Consiglio comunale ha approvato il Bilancio preventivo 2019/2021, sano e virtuoso.

 “Ricordo che per quanto gli accertamento riferiti ai tributi locali (IMU e TASI) delle annualità 2013, 2014 e 2015, per i quali risultano situazioni di incongruità, il Comune, per il tramite della società Areariscossioni S.r.l., sta provvedendo ad emettere gli avvisi alla cittadinanza – aggiunge l’Assessore Corsini ;- I cittadini che necessitano di chiarimenti possono contattare Areariscossioni chiamando da rete fissa il numero verde 800-135-533 oppure da cellulare il numero 02-83591708”.

 L’Amministrazione comunale, confidando nella sensibilità e collaborazione dei cittadini, si rende disponibile a ricevere questi ultimi su appuntamento, nei giorni ed orari di sportello, per fornire assistenza e supporto informativo sulla propria posizione. Non ultimo, il Comune, qualora i contribuenti si trovino in una situazione difficoltosa, si rende disponibile a dilazionare l’importo dovuto. La certezza è che il lavoro di contrasto all’evasione fiscale darà il risultato atteso; il rispetto del principio dell’equità fiscale consentirà di dare all’Ente comunale la certezza delle entrate, una delle due colonne portanti assieme a quella dell’oculatezza delle spese, anche per rispetto di chi ha sempre pagato i tributi locali a discapito di chi li ha evasi o non correttamente versati.

Pubblicità
Pubblicità

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti