Veronaoggi.it

Sindaco Verona a Venezia per riunione "bando periferie"

Pin It

Il sindaco Federico Sboarina e il vicesindaco Luca Zanotto hanno partecipato ieri, nella sede municipale

VeneziaRiunione700

di Ca’ Farsetti, a Venezia, alla riunione tecnico-operativa dei sindaci dei Comuni capoluogo del Veneto in relazione al “Bando Periferie”.

 Federico Sboarina: “E' stato un incontro proficuo con tutti i sindaci del Veneto, tornati dalle ferie per avere garanzie sulle risorse da investire nelle nostre città. L'unione fa la forza e insieme siamo a presidio dei nostri territori. Personalmente, inoltre, ho anche avuto un approfondimento con importanti esponenti governativi influenti sulla materia. Dai vertici del Governo ho avuto tutte le assicurazioni che i fondi dei 'Bandi delle periferie' sono solo congelati e rimandati al 2020 mentre nel frattempo potremo attingere all'avanzo di bilancio. Per quanto riguarda Verona, quindi, i contraccolpi del decreto Milleproroghe sono praticamente ininfluenti. Continueremo nel lavoro già iniziato e non sono previsti rallentamenti”.

 Luca Zanotto, assessore Lavori Pubblici: “Il cronoprogramma del nostro 'Bando delle periferie' a Veronetta non subirà particolari modifiche. Infatti, la progettazione esecutiva del primo lotto era prevista per giugno 2019. Il lotto comprende il Silos di levante dell'università, la ristrutturazione della Casa del Capitano per realizzare un poliambulatorio e della Guardiania come sede della Polizia Municipale. La progettazione esecutiva del secondo lotto per Palazzo Bocca Trezza va invece a ottobre 2019. Lo sblocco dell'avanzo di bilancio ci permette quindi di procedere regolarmente con la gara per affidare la progettazione. Per quanto riguarda Verona non ci saranno dunque particolari problemi”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità