Veronaoggi.it

Pubblicità

Consiglio comunale Verona: esaminati 106 dei 563 emendamenti variante 23

Pin It

E’ iniziato ieri sera in Consiglio l’esame dei 563 emendamenti collegati alla proposta di delibera sulla

consiglio comunale1Previsionata variante 23 al Piano degli Interventi, approvata dalla precedente amministrazione ma non ancora adottata, che riformula alcuni parametri urbanistici nell’ottica di una nuova visione urbanistica della città.

 Dei 180 emendamenti finora esaminati dagli uffici ne sono stati accolti 27 dall’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala, di cui 18 a firma del gruppo Pd (consiglieri Padovani e La Paglia), 7 di Battiti per Verona (consiglieri De Marzi, Perbellini e Bressan) e 2 a firma del capogruppo Verona civica Tommaso Ferrari.

 Degli emendamenti Pd accolti, 17 sono a firma della capogruppo Carla Padovani, dei quali due per la realizzazione di una rotatoria tra via Galvani, via Melfi e via Marin Faliero e tra via Gardesana e via Basson, e tre come raccomandazioni, per la realizzazione di una pista ciclabile dalla Croce Bianca alla Bassona, di un tratto di pista ciclopedonale lungo Corso Milano e di una rotatoria fra via Liruti e via Sant’Annone.
 Degli ammendamenti del consigliere Elisa La Paglia, invece, accolto il mantenimento ad area agricola di un ampio spazio di terreno su via Valpolicella a Parona.

 Trasformati in ordini del giorno due emendamenti del consigliere Pd Stefano Vallani.

 Tutti respinti in fase di votazione i restanti emendamenti. I lavori dell’aula si sono conclusi sul voto dell’emendamento 106.

 Dei 563 emendamenti collegati devono ancora essere esaminati dall’aula tutti i 407 emendamenti a firma del capogruppo Sinistra in Comune Michele Bertucco.

 Il Consiglio tornerà a riunirsi la prossima settimana per proseguire l’esame di tutti gli emendamenti ed il voto della proposta di delibera. (foto Marco Nordio)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità