Veronaoggi.it

Pubblicità

La cinta magistrale diventa del Comune

Pin It

La cinta magistrale diventa di proprietà del Comune.

cintaMagistrale450Il trasferimento della prima porzione di cinta dal Demanio al Comune è stato sottoscritto ieri, in municipio, dal sindaco e dal direttore regionale dell’Agenzia del Demanio Dario Di Girolamo.

 Un tassello importante nel percorso di acquisizione da parte del Comune dei compendi demaniali dello Stato, di cui Verona è molto ricca, che vanno dagli ex forti militari alle Porte d’ingressi alla città, per arrivare all’imponente cinta muraria.

 Nello specifico, il Comune è da oggi proprietario a pieno titolo del tratto di cinta magistrale esterna tra via porta Catena, viale Colombo, la caserma ‘Riva di Villasanta’ e i bastioni della cinta magistrale. Una superficie di oltre 6 ettari, per un valore quantificato dal Demanio di quasi 7 milioni di euro.

 Se il trasferimento dei siti demaniali può dirsi quasi completato (il 90 per cento dei siti militari è già del Comune), quello per la cinta muraria comincia a concretizzarsi solo ora, ma l’intenzione dell’Amministrazione è di procedere speditamente per ottenere nel più breve tempo possibile anche la seconda porzione di mura, quella compresa tra via Vittime Civili di Guerra fino al parcheggio di Porta Palio, in cui si trovano anche le piscine comunali.

 Soddisfatti della nuova acquisizione il sindaco e l’assessore al Patrimonio, che vedono aumentare considerevolmente i compendi militari di proprietà del Comune. Un onere, perché si tratta senza dubbio di beni da valorizzare e che richiedono una continua manutenzione, ma anche un onore, perché possono godere di una gestione immediata, senza mediazioni.

 Il trasferimento di immobili demaniali è iniziato nel Dicembre 2012 con l’accordo di valorizzazione previsto dalla normativa sul “Federalismo demaniale”. Un provvedimento che ha come obiettivo quello di liberare lo Stato dalla gestione di immobili che non utilizza più, trasferendoli a titolo gratuito agli enti locali, con precisi vincoli di gestione. (foto Wikipedia)

 Dal 2013 ad oggi, il Comune ha acquisito infatti Forte Caterina, una parte del compendio di Castelvecchio, Forte Lugagnano, Forte Preare a Montorio, Forte Sofia, la vasca dell’Arsenale, la 1ª Torricella Massimiliana e le Porte cittadine, San Zeno, Palio, Nuova, Vescovo e San Giorgio.

 Ora è partita la procedura per il passaggio della cinta magistrale, che si sviluppa su oltre 10 chilometri e comprende torri, rondelle, bastioni, fossati e terrapieni.

Pubblicità
Pubblicità

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti