Veronaoggi.it

Pubblicità

Test antidroga: replica del sindaco

Pin It

In merito al comunicato diffuso da Assemblea 17 dicembre, Rifondazione comunista Verona e altri, il sindaco replica.

sboarina4 300“Il consumo di stupefacenti va arginato con tutti i mezzi a disposizione. La repressione è uno strumento, ma non è l’unico. Altri ce ne sono per cercare di frenare un fenomeno che non è ancora un’emergenza sociale ma è in lenta crescita, soprattutto trai giovani studenti, delle superiori ma anche delle medie.

 Come Amministrazione non possiamo far finta che il problema non ci sia o non ci riguardi: negli anni si è abbassata l’età del primo approccio alle sostanze, con ricadute su tutta la comunità. Abbiamo deciso di mettere in campo forze e risorse dedicate esclusivamente ad affrontare questa piaga, perché non può stare con le mani in mano di fronte a numeri preoccupanti.

 Non ci sono solo i controlli a tappeto che gli agenti della Polizia municipale effettuano ogni giorno su tutto il territorio comunale, con l’aiuto dell’unità cinofila di cui per la prima volta si è dotato il Comune. C’è anche il dialogo e la collaborazione tra le istituzioni, per un lavoro di squadra da cui non si può prescindere se si vogliono raggiungere risultati concreti. Sono d’accordo nel realizzare i test, ma non è compito del Comune promuoverli e realizzarli.

 Sul fronte preventivo siamo in contatto con la Comunità di San Patrignano per un percorso di prevenzione delle dipendenze e del disagio giovanile dedicato agli studenti delle superiori. Una novità per il Comune, che ci vede ancora una volta collaborare con l’Ufficio scolastico provinciale, per un coinvolgimento dei giovani attraverso incontri, spettacoli ed esperienze a diretto contatto con chi nel tunnel della droga ci è passato.

 Per quanto riguarda la mozione che impegnava gli amministratori, su base volontaria, a sottoporsi a test antidroga, immediatamente dopo la sua approvazione in Consiglio comunale ho inviato una lettera all’Ulss chiedendo di attivarsi per i controlli. Rimaniamo in attesa di essere convocati e, appena saremo chiamati, ci sottoporremo al test”.

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti

Pubblicità
Pubblicità