Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Verona: cerimonia festa dell'Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate

Sindaco Sboarina: "Grande esempio di dedizione per tutti i Veronesi. Ringrazio di cuore i rappresentanti di ogni arma".

4novembre600

Si sono svolte Sabato mattina in piazza Bra le celebrazioni per la Festa dell’Unità nazionale, la Giornata delle Forze Armate e del Combattente, la Giornata del Decorato al valor militare e dell’Orfano di guerra.
 La manifestazione si è aperta con la cerimonia dell’Alzabandiera alle 9.30, seguita dalla deposizione delle corone di alloro al monumento “A tutti i Caduti di tutte le guerre”. Successivamente, è stata data lettura degli interventi inviati dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti.
4novembre1 450 Il Sindaco Federico Sboarina si è poi recato in visita, accompagnato dalle rappresentanze militari presenti, alla mostra statica Interforze allestita, in occasione della giornata commemorativa, in piazza Bra.
 Alle 10.20, il programma delle celebrazioni è proseguito con gli interventi del Sindaco Sboarina, del Comandante delle Forze Operative Terrestri Generale di Corpo d’Armata Amedeo Sperotto, del Prefetto Salvatore Mulas e dell’Oratore ufficiale Bruno Burato.
 A conclusione dei saluti, si è tenuta la consegna della bandiera nazionale ad alcuni Istituti scolastici e dell’onorificenza dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana da parte del Prefetto di Verona.
 La giornata si concluderà alle 17.30 con la cerimonia dell’Ammainabandiera alla presenza dell’assessore ala Trasparenza Edi Maria Neri.

 “Oggi, a quasi 100 anni dalla fine di quel conflitto – ha ricordato Sboarina – il nostro ricordo commosso va ai Caduti di tutte le guerre, e a tutti coloro, civili e militari, che hanno sacrificato la propria vita per difendere la Patria, la pace e la libertà. Anche in questi ultimi anni, il nostro Paese ha pagato un prezzo in termini di vite umane, per il contributo offerto alle missioni di pace e per collaborare al mantenimento della stabilità e della difesa delle popolazioni civili. In onore di tutti i Caduti nell’adempiere il proprio dovere di salvaguardia della nostra sicurezza, vorrei ricordare i nostri concittadini: il sottotenente dei Carabinieri Enrico Frassanito, vittima dell’attentato di Nassiriya del 27 aprile 2006 e il capitano degli Alpini Manuel Fiorito, deceduto nell’attentato del 5 maggio dello stesso anno in Afghanistan. In questo giorno, tutti i veronesi dovrebbero cogliere il grande esempio di dedizione di coloro che si mettono a disposizione per la nostra sicurezza. Ognuno di noi, nei rispettivi ruoli, deve farne tesoro e agire con spirito di condivisione e di dedizione”.

Pubblicità