Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Negrar, Verona. Aereo caduto: due morti

Due persone sono morte mercoledì mattina nello schianto di un aereo biposto monomotore Cessna F150 (marche di identificazione I-CENE) ad Arbizzano di Negrar, precipitato nella tenuta Novare.

automezzo350Il Cessna era decollato da Boscomantico, una località del Veronese. Sul posto stanno intervenendo 118, carabinieri e vigili del fuoco.

 Le due vittime - entrambi veronesi - sono Lino Lavarini, 61 anni, e Prospero Antonini, di 69 anni. Antonini aveva all’attivo oltre 20 mila ore di volo ed era abilitato anche come istruttore per piloti di Boeing. Antonini abitava in una località a poca distanza dal luogo dell’incidente, mentre Lino Lavarini, 61 anni, viveva a Torbe, frazione sempre del comune di Negrar. Era un volo di ripresa attività: i due erano allievo - Lavarini - e istruttore Antonini, ex pilota Alitalia. Il velivolo ha preso fuoco nel momento dell’impatto a terra, probabilmente per un’avaria al motore. È da accertare quindi se gli occupanti siano deceduti a causa della violenza dello schianto o a causa dell’incendio.

 Le operazioni di recupero sono tuttora in corso. L’impatto è avvenuto in un bosco all’interno della tenuta di proprietà di una nota azienda vinicola della Valpolicella. Sull’incidente l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un’inchiesta.

 Il velivolo era decollato dall’aeroporto di Verona Boscomantico, con destinazione quello di Thiene. L’Ansv ha subito disposto l’invio di un proprio investigatore sul luogo dell’incidente. Un testimone ha riferito di aver avvertito un boato mentre il velivolo era ancora in volo e di averlo visto poi avvitarsi su se stesso. (Corriere.it)

Pubblicità