Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

La Procura di Verona definisce gli animali "deperibili": insorge Aidaa

"Non entro nel merito della vicenda giudiziaria del sequestro- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA-

animaliDeperibiliSentenza550

(Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) ma contesto vivamente i termini e i modi e il valore della cauzione dei cani e dei gatti sequestrati che vengono definiti beni per loro natura soggetti ad alterazione, siamo di fronte ad un orrore giuridico che riduce cani, gatti e un canarino a merce, e non ad essere senzienti, un passo indietro di cento anni contenuto in un documento ufficiale. Questo è inaccettabile e lo denuncio con tutta la forza che ho". L'atto contestato è l'affido dei cani e dei gatti sequestrati ad una donna del veronese nelle scorse settimane e che ora la procura ha stabilito essere di fatto dei beni deperibili da sistemare con cauzioni che vanno da 5 euro per ogni cane, 2 euro per ogni gatto e un euro per il canarino. (comunicato stampa Lorenzo Croce, Aidaa)

Pubblicità