Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Verona. Cerimonia cimitero austro-ungarico: Padovani incontra allievi militati Ungheresi

“Una cerimonia semplice ma significativa del legame di amicizia che unisce la città di Verona con la comunità

cimiteroUngaricoCorona600

ungherese, oggi rappresentata dai giovani allievi ufficiali dell’Accademia Militare Ludovica di Budapest e dagli studenti del Liceo Militare di Debrecen, in questi giorni in Italia. Qui sono sepolti giovani soldati caduti durante la prima Guerra mondiale, tra i quali anche molti veronesi. Un luogo di memoria, che deve ispirare sentimenti di pace e collaborazione tra i popoli europei, per un futuro migliore del presente”.

Così l’assessore Marco Padovani, a margine della cerimonia svoltasi ieri mattina al cimitero austro-ungarico in via Forte Procolo, in cui è stata deposta una corona in onore a tutti i militari caduti durante la prima Guerra mondiale.

Presenti alla cerimonia il console generale onorario di Ungheria Lajos Pinter, il tenente colonnello dell’Esercito ungherese Demeter Attila, il vice presidente dell’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia- sezione di Verona Antonino Scalia e Massimo Galli Righi presidente di Agec, a cui fa capo la manutenzione del sito militare.
Durante la mattinata, gli allievi militari sono stati impegnati nella pulizia delle tombe presenti nel cimitero, lavoro sociale che hanno svolto anche in altri luoghi sacri visitati durante il loro pellegrinaggio in Italia.

cimiteroUngaricoAllieviPulizia600

Pubblicità