Istituto Professionale di Stato di Legnago: intitolazione della scuola a Giuseppe Medici
04/12/2009
 

Ieri nell'aula magna dell'Istituto Professionale di Stato Agroambientale, Alberghiero, Turistico e Aziendale (IPAAATA) di Legnago, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi, l’assessore provinciale all'Istruzione e all'edilizia scolastica Marco Luciani, il vescovo di Verona, mons. Giuseppe Zenti, il sindaco di Legnago Roberto Rettondini e il dirigente scolastico Luigi Santillo, hanno intitolato la scuola a “Giuseppe Medici”, ministro e docente universitario, indiscusso protagonista della storia dell’agricoltura italiana nel XX secolo.

Giuseppe Medici nacque a Sassuolo in provincia di Modena il 24 ottobre 1907. Diplomatosi in geometra e laureato in Scienze Agrarie nel nel 1929 con una tesi sull'economia dell’irrigazione nella pianura veneta e lombarda. La sua preparazione tecnica e le sue conoscenze ispirarono nel dopoguerra molti piani generali di bonifica e negli anni Cinquanta fu nominato presidente dell'Ente Maremma, l'organismo più significativo dell'agricoltura. Eletto più volte senatore ricoprì diversi e importanti incarichi di governo: ministro dell'Agricoltura, del Tesoro, del Bilancio, della Pubblica Istruzione, della Riforma, dell'Industria e degli Affari Esteri. Mentre rivestiva l'incarico di ministro delle Pubblica Istruzione firmò il decreto con il quale venne istituito l'Istituto Professionale di Stato per l'Agricoltura di Isola della Scala.
Resse la presidenza dell'Associazione Nazionale delle Bonifiche, dell'Accademia nazionale di agricoltura, di Montedison, di Nomisma, della Conferenza Nazionale delle Acque, della Conferenza Mondiale dell'ONU per i problemi della fame nel mondo e continuò il suo lavoro di docente presso l'Università di Roma “La Sapienza”. Giuseppe Medici morì a Roma il 21 agosto 2000.
Il presidente Miozzi: “L'augurio che faccio agli studenti è di crescere culturalmente e professionalmente, ma soprattutto umanamente. Il ricordo, invece, che voglio riservare a Giuseppe Medici è relativo alla sua capacità di aver creduto sempre nelle cose che ha portato a termine con passione e dedizione. Resto convinto che la scuola sia, prima di ogni altra cosa, palestra di vita”.

<<<<<<<

 

 

WEBITALYNEWS
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
Direttore responsabile Franco Rossi Marcelli
Direttore editoriale Marco Camilli
Iscrizione R.O.C. n° 16223 del 25 Ottobre 2007

 


Notiziario della
Regione Veneto

261

Texte alternatif